FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

wedding@robertatorresan.com
Wedding Line +39 06 97247008

Skip to Content

Category Archives: wedding planner roma

Cosa non deve mancare nel Sito del Matrimonio

Cosa non deve mancare nel Sito del Matrimonio.

 

Il sito del matrimonio è ormai uno strumento irrinunciabile per molti sposi, preziosissimo per comunicare in maniera facile e diretta con tutti gli ospiti, fornire informazioni chiare ed immediate e condividere foto, storie e ricordi.

Non so a chi deciderai di affidarti per realizzare il tuo sito del matrimonio (c’è anche chi usa piattaforme gratuite o fai date), ma ti prego di non dare retta a web agency o specialisti che vogliono farti fare quello che ti dicono loro.

Parti da questo: registra il tuo dominio, del tipo www.paoloefrancesca.it oppure www.paoloefrancescasposi.it, ma prima verifica che sia disponibile. Nella peggiore delle ipotesi dovrai lavorare con la fantasia, ad esempio con un bel www.lenozzedipaoloefrancesca.it, o altri domini liberi che più ti ispirano.

Contemporaneamente dovrai acquistare uno spazio hosting che ospiti il tuo sito.

Poi potrai scegliere un tema grafico per la realizzazione creativa del tuo sito. Ce ne sono molti gratuiti, mentre i più professionali e ricercati li puoi trovare su questo portale, a prezzi decisamente concorrenziali. Ricorda di usare il motore di ricerca interno per temi WordPress, usando la parola chiave “wedding”.

Poi assumi chi vuoi ma pretendi che nel tuo sito ci siano questi elementi:

  • Un menu ben organizzato senza troppe voci

 

  • Una Home Page con uno Slider di foto di qualità (mi raccomando non troppo pesanti altrimenti il sito si caricherà troppo lentamente)

 

  • Un CountDown che segnali giorni, ore e minuti che vi separano dal giorno del vostro matrimonio. Scegli un bel design, probabilmente potrebbe servire un plugin ad hoc, se il tema non ti dovesse permettere una personalizzazione del countdown.

 

  • La Fotostoria degli Sposi. Sta a voi scegliere lo stile, se presentarvi solo insieme o anche separatamente.

 

  • La Cerimonia e la location del rito. Inserisci tutti i dettagli della cerimonia, con qualche cenno sulla location: come e quando arrivare, dove parcheggiare, qualsiasi dettaglio rilevante per i tuoi ospiti.

 

  • Il Ricevimento. Specifica l’orario di arrivo, il percorso consigliato, la timeline della serata, il dresso code e tutto quello che potrà essere utile per i tuoi invitati.

 

  • RSVP: non potrà mancare una pagina o una sezione dedicata alla conferma della presenza dei tuoi ospiti. Usa un modulo di contatto che contenga gli elementi essenziali che vuoi ricevere da ogni ospite, e imposta una risposta automatica di ringraziamento.

 

  • Lista Nozze. Per molti non va più di moda, e spesso gli sposi preferiscono presentare sul sito web il loro progetto di viaggio di nozze lasciando liberi gli ospiti di poter contribuire. Oppure organizza una raccolta di beneficenza.

 

  • Info per chi arriva da fuori. Quando molti dei tuoi ospiti arrivano da fuori città è bello poter allestire una pagina del sito con tutte le informazioni e le istruzioni per il loro arrivo e per il loro soggiorno. Lista degli hotels, ristoranti, cose da fare e da vedere per chi rimane tutto il weekend. Se poi avete organizzato navette e transfer, qui potete dare tutti i dettagli degli orari e dei luoghi di raccolta, per l’andata e per il ritorno, prima e dopo il ricevimento.

 

  • Testimoni e Damigelle. Volete dare spazio anche a loro? Una bella carrellata di foto e bio di chi ha deciso di starvi a fianco in un modo speciale può diventare una pagina molto divertente e davvero originale.

 

  • GuestBook. Forse lo avrete già preparato per il ricevimento, per raccogliere note e dediche da tutti vostri ospiti, per poi conservarle per sempre nei vostri ricordi e nella vostra casa. Ma perchè non permettere loro di lasciarvi un messaggio già mesi prima delle nozze? Potrete rispondere a tutti e scrivere loro i vostri messaggi più personali.

 

 

Roberta Torresan Wedding Planner & Designer 

 

 

READ MORE

Come Scegliere le Scarpe da Sposa Perfette per Te!

Come Scegliere le Scarpe da Sposa Perfette per Te!

 

La scelta delle tue scarpe da sposa è una delle parti meno stressanti e più divertenti dello shopping per il tuo Bridal Look.

Sai già quale taglia porti e probabilmente sai anche quali stili ti piacciono… o almeno quelli che non ti piacciono.

È un ottimo punto di partenza!

Anche se la scelta delle scarpe dovrebbe essere piuttosto semplice, ci sono alcune cose che dovresti considerare prima di cercare il paio giusto per te.

 

scarpe da sposa

scarpe da sposa scarpe da sposa scarpe da sposa

scarpe da sposa

 

Budget

Come per il budget di qualsiasi altra cosa riguardante il matrimonio, il prezzo delle scarpe da sposa è qualcosa che devi decidere in base a quanto tu e il tuo partner potete spendere.

Non esiste un importo fisso che dovresti o non dovresti spendere.

Detto questo, il tuo matrimonio è un’ottima scusa per concederti il lusso di quel paio di scarpe di marca su cui stai sbavando da anni.

Qualunque cifra tu decida di spendere, assicurati di includere l’importo delle scarpe nel tuo budget totale che dovresti avere già preparato fin dai primi passi del processo di pianificazione.

 

Altezza del Tacco

Questa è la decisione più importante e complicata da prendere quando si tratta di scegliere le scarpe da sposa, principalmente perché dipende da fattori diversi.

 

  • Lunghezza dell’abito: dovresti assolutamente aspettare di aver scelto l’abito prima di iniziare a cercare le scarpe.

La maggior parte degli abiti ha una lunghezza standard.

A seconda della tua altezza, la lunghezza dell’abito può determinare l’altezza del tacco che dovresti indossare.

Il commesso che ti aiuta quando acquisti il ​​tuo abito dovrebbe essere in grado di dirti la lunghezza standard di quella marca e consigliarti l’altezza massima del tacco per quell’orlo.

Se l’abito è lungo fino al pavimento, quando indossi le scarpe, l’orlo dovrebbe sfiorare il pavimento.

Se l’abito ha un orlo alto-basso o non tocca il pavimento, le opzioni di altezza del tacco sono più varie.

 

Comfort fisico

Questo è un fattore determinante per scegliere l’altezza del tacco.

Molte spose credono di dover indossare a tutti i costi tacchi alti il ​​giorno del loro matrimonio – non sentirti così! Il tuo matrimonio è una festa, vuoi ricordare le risate e i balli con i tuoi amici e la tua famiglia, non quanto ti stessero uccidendo i tuoi piedi.

Scegli un’altezza del tacco con cui ti senti a tuo agio.

Se solitamente vivi con i tacchi e ti senti nuda indossando qualcos’altro, allora provaci!

Ti consigliamo di scegliere un marchio che conosci e ami in modo da sapere con sicurezza che ti sentirai a tuo agio ballando e camminando tutto il giorno.

Se non indossi mai i tacchi e quando ci provi ti senti come se stessi inciampando su te stessa, vai di scarpe basse.

Al giorno d’oggi molti designer stanno realizzando diverse versioni formali carinissime di scarpe basse.

Se sei un mix tra le due opzioni, prova entrambe.

Prenditi il ​​tuo tempo, prova le scarpe e vedi quale ti piace di più.

 

Stile e Colori

Quando cerchi le scarpe, prova a scegliere qualcosa che integra lo stile del tuo abito.

Ora, questo non significa che deve essere perfettamente uguale. Solo perché il tuo abito è di raso non significa che le tue scarpe debbano essere identiche.

Vedila così invece: “Cosa starebbe bene con il mio abito?” Ad esempio, se il tuo abito è un abito romantico in tulle, pensa a un sandalo con cinturino pastello con dettagli floreali o in rilievo.

Oppure, se il tuo abito è più minimalista, prova una decolleté a punta per aggiungere quel tocco in più.

Un malinteso comune è che le scarpe da sposa debbano essere sempre bianche o restare su toni simili: totalmente falso!

In realtà le scarpe sono un ottimo posto per aggiungere un tocco di colore, magari uno dei colori meno utilizzati nel tuo completo o un”Something Blue”.

Anche i colori metallici sono una scommessa sicura perché vanno bene con tutto!

 

Location

È una buona idea considerare il luogo in cui si svolgerà il matrimonio quando scegli le scarpe, soprattutto se è all’aperto.

Potresti innamorarti di quei tacchi a spillo, ma il pensiero di doverli usare per camminare nell’erba o nella sabbia può farti cambiare idea.

Alcune scarpe si prestano all’aperto più di altre.

Le scarpe basse sono sempre un’ottima opzione rispettosa della natura, ma se hai bisogno di altezza extra data da un tacco, considera una zeppa.

La maggior parte delle zeppe hanno un design piuttosto casual ma ci sono alcune opzioni formali, potrebbe essere solo un po’ più difficile trovarle.

I tacchi grossi sono un altra buona opzione.Ti danno altezza e sono abbastanza stabili nella maggior parte delle ambientazioni esterne.

Se hai trovato le scarpe che fanno per te e hanno un tacco non compatibile con un terreno più morbido, non temere! Ci sono alcune aziende, che vendono punte per tacchi. Si agganciano alla punta del tacco e distribuiscono il peso su una superficie maggiore, impedendoti di affondare.

 

Roberta Torresan Wedding Planner & Designer

READ MORE

Destination Wedding a Roma: il Matrimonio come esperienza di viaggio firmato Roberta Torresan

Destination Wedding a Roma: il Matrimonio come esperienza di viaggio firmato Roberta Torresan.

 


Un Destination Wedding a Roma come una vera e propria esperienza di viaggio, con tre location e tre stili differenti, tra eleganza, sontuosità e prestigio.

 

E’ il Destination Wedding organizzato da Roberta Torresan per una giovane coppia di sposi finlandesi che ha scelto la Città Eterna per coronare il loro amore.



Il perfetto mix tra lo stile siciliano di Dolce&Gabbana e la moda Gucci, all’insegna del glamour, del prestigio, della sontuosità.

 


E’ l’ultima creazione di Roberta Torresan Wedding Planner, un Destination Wedding a Roma per una coppia di sposi finlandesi.

La Città Eterna al centro e, tutt’attorno, tre eventi diversi, con tre mood differenti, in tre location diverse.

 

Un intero weekend da sogno, per gli sposi e per gli invitati, trasformato in una vera e propria esperienza di viaggio, tra le tradizioni e le bellezze di Roma, e non solo.

 

 

Wedding week-End: l’Experience al centro delle nozze glamour firmate Roberta Torresan

 


Si tratta di una delle ultime tendenze in tema di Destination Wedding.

E’ l’Experience, l’idea di vivere le nozze come una vera e propria esperienza di viaggio per gli sposi e per i loro cari, di 2 o più giorni, dedicata anche alla visita della città che si sceglie per le proprie nozze.



Dunque, il solo Wedding Day non è più l’unica richiesta degli stranieri che scelgono l’Italia per sposarsi.

Probabilmente – com’è facile immaginare – la soluzione del wedding week-end piace tanto perché se ci sposa lontano da casa, vale la pena dividere l’evento su più giorni, agevolando tutti, anche gli invitati.



Ecco perché un Destination Wedding a Roma come quello organizzato per questa coppia finlandese, ha richiesto un’organizzazione molto precisa e attenta, durata più di un anno e mezzo: dall’arrivo degli ospiti alla loro partenza, dagli spostamenti di circa 180 invitati in al giro turistico tra le bellezze di Roma, passando per la cena di Benvenuto, il Wedding Day e il pool party.

 



Destination Wedding Roma: 3 giorni tra arte, lusso e… Stile Siciliano


La Wedding Experience dei due sposi finlandesi è cominciata con una cena di Benvenuto in una delle location più esclusive del panorama romano: “La Lanterna di Fuksas”, una lussuosa terrazza panoramica con vista sui palazzi storici e monumentali di Roma.



Dalle sedie alla mise en place, lo stile della cena di Benvenuto puntava su tinte viola, forti e vivaci, con un focus sugli allestimenti floreali. La sposa, infatti, aveva chiesto di recuperare fiori fiamminghi da posizionare come centro tavola e sui vasi sospesi.

 

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner



Stile completamente diverso, invece, per il Wedding Day celebrato al Castello di Tor Crescenza. Un caratteristico castello medievale immerso nel verde, reso ancora più unico dall’atmosfera ricreata da Roberta Torresan.

 

Una rivisitazione dello stile Gucci, sulle tinte dell’oro e del nero. In perfetta sintonia con i gusti molto esigenti della Sposa.

 

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner



L’experience si è poi conclusa con un originalissimo pranzo e successivo Pool Party in Stile Siciliano, il tanto apprezzato mood lanciato da Dolce&Gabbana.



Dagli allestimenti, con le caratteristiche teste di moro, i carretti siciliani e le maioliche, fino al cibo. Anche per il
brunch, infatti, è stato scelto lo street food tipico siciliano.

 


La location che ha accolto l’ultimo giorno, stavolta, è stato il magico giardino di Villa Relais Appia Antica.

 

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

destination wedding a Roma Roberta Torresan Wedding Planner

photo credit Latitudine41

 

Roberta Torresan Wedding Planner & Designer

READ MORE

Cosa fa una Wedding Planner Full Service?

Cosa fa una Wedding Planner Full Service?

 

Assumere una wedding planner non è una scelta facile, soprattutto se non hai ben chiaro cosa fa una wedding planner, e devi sapere non tutte le wedding planner impostano il loro lavoro alla stessa maniera, quindi non fanno tutte le stesse cose.

C’è un numero enorme di wedding planners a disposizione degli sposi ma ci sono anche molte differenze nei loro servizi.

Alcune sono specializzate solo nel coordinamento del Wedding Day, mentre altre elencano ciò che è incluso nei diversi pacchetti suddivisi per prezzo.

Ma cosa fa una Wedding Planner Full Service?

E soprattutto, come valutare l’effettiva capacità ed esperienza adatte per riuscire ad offrire un servizio completo e professionale?

E non è detto che la valutazione possa essere fatta solo sul prezzo, anzi. Più economico non è necessariamente la scelta migliore, anzi.

E solo perché due professionisti dicono di offrire entrambi una pianificazione del matrimonio full service non significa che offrano gli stessi servizi.

 

Full Service sì, ma cosa include?

Per alcune wedding planners, full-service significa poche ore di aiuto per poi scomparire, mentre per altre quel numero può raggiungere centinaia di ore di lavoro per aiutare e supportare la coppia quasi senza limiti.

Non è possibile confrontare i costi di due professionisti senza capire cosa è esattamente incluso nella loro interpretazione di “full-service” anche e soprattutto nella qualità di ciò che offrono.

Per aiutarti a capire meglio, concentriamoci su cosa significa veramente una organizzazione Full Service di un matrimonio.

Innanzitutto una Wedding Planner Full Service dovrebbe sempre includere l’aiuto per la selezione dei fornitori, partendo da una lista di aziende e professionisti di fiducia e garantendo l’assistenza nelle trattative e nella contrattazione.

Partendo dalle indicazioni degli sposi e dalle caratteristiche del matrimonio, una wedding planner ti dovrà aiutare ad individuare ogni professionista di cui avrai bisogno. Probabilmente ti segnalerà anche fornitori a cui non avevi mai nemmeno pensato.

Anche se hai già scelto la tua location, il tuo planner sarà lì per gestire ogni rapporto tra te e la site manager, negoziare i prezzi del catering e stabilire tutte le tempistiche dell’evento per assicurare che tutto fili alla perfezione.

Un servizio completo deve includere tutti i sopralluoghi necessari alla progettazione dell’evento e alla pianificazione del lavoro di ogni fornitore prescelto, coordinandoli tutti come un vero regista.

 

Non solo allestimenti.

Le coppie tendono a confondere gli allestimenti di un matrimonio con tutto ciò che fa una wedding planner, ma sono davvero i dettagli meno visibili quelli che alla fine che contano di più e fanno la differenza.

L’organizzazione di un matrimonio di successo deve badare molto più che solo all’estetica, perchè ha a che fare con il processo e il lavoro di squadra gestito proprio dalla wedding planner.

Le Wedding Planners fanno in modo che il vostro evento sia pianificato per tempo, risolvono problemi di cui non vi accorgerete nemmeno, gestiscono gli inconvenienti dell’ultimo minuto e sono il vostro alter ego in qualsiasi situazione durante tutto il processo di pianificazione.

La pianificazione di un servizio completo significa anticipare ogni tua esigenza, ma anche educarti sulle opzioni esistenti per creare un evento tutto tuo, non la copia di qualcos’altro.

 

Non solo gli Sposi.

Una Wedding Planner Full Service ha a cuore l’esperienza di ogni tuo ospite.

Ovviamente sarà focalizzata su di te. Ma si assicurerà che anche i tuoi ospiti possano godere di un’esperienza memorabile.

Dalla prima risposta all’RSVP, fino al benvenuto nella stanza d’albergo, e in qualsiasi momento di contatto con i tuoi ospiti, la wedding planner ed il suo team si attiveranno in maniera premurosa per curare ogni dettaglio e farli sentire davvero speciali.

Il servizio di una wedding planner full service va ben oltre il giorno del matrimonio.

 

Un Team tutto per te.

In realtà l’assistenza agli sposi, soprattutto quelli più esigenti, si allarga ormai a comprendere matrimoni che durano un intero weekend, o che includono party di benvenuto e brunch del giorno dopo.

Gestire questo genere di eventi richiede l’aiuto di un team strutturato, con esperienza in questo specifico tipo di matrimoni.

Una persona, per quanto brava e professionale, non può fare tutto da sola quando si tratta di gestire un  matrimonio importante.

In questi casi, cosa fa una wedding planner full service? Gestisce l’evento fin da subito con un team specializzato per aree di competenza. Ogni membro del team serve da punto di riferimento durante il processo di pianificazione, mentre il giorno del matrimonio ogni aspetto dell’evento verrà curato da una persona incaricata di averne controllo e responsabilità.

Ciò significa anche che con il suo team verificherà l’avanzamento dei lavori di ogni fornitore prescelto, sia durante il periodo di organizzazione del matrimonio, sia nel corso dei preparativi durante le ore che precedono l’inizio della cerimonia e del ricevimento.

La wedding planner full service inoltre, si prende cura dei contratti di ogni tuo fornitore, li controlla e li verifica, prima che tu li debba sottoscrivere.

Ti aiuta a concordare le clausole più importanti, grazie alla sua esperienza nel settore. Ovviamente dopo averti assistito nella negoziazione del prezzo e nella selezione del fornitore più appropriato per il tuo matrimonio. Poi gestirà con la coppia i termini di pagamento e le scadenze degli stessi.

Facciamo però un passo indietro. Non si può iniziare un processo di organizzazione senza prima avere costruito un budget ben dettagliato.

Questo significa spesso anche educare le coppie sui prezzi di mercato più in linea con le aspettative degli sposi stessi.

E una volta strutturato il budget perfetto, questo va monitorato in maniera puntuale e costante, facendo sì che ogni eventuale aumento di spesa sia ben calibrato e condiviso con gli sposi.

 

Oltre l’organizzazione.

Un matrimonio ben organizzato richiede anche competenze legate alla produzione dell’evento. Soprattutto se parliamo di eventi che includono aspetti fuori dall’ordinario: arredi,  spettacoli, trasformazione degli spazi e tanto altro ancora.

Qui si tratta di avere al proprio fianco una wedding planner capace di produrre un evento in grande stile, scegliendo i partners più adatti ed esperti, e di delineare la timeline più efficiente per il risultato atteso.

 

Intimità e Professionalità.

Dobbiamo dirlo, una wedding planner di questo livello, ha l’arduo compito di trovare il giusto equilibrio tra il rapporto personale con gli sposi e la gestione di una vera e propria azienda.

Non hai a che fare con una wedding planner che dipende quasi unicamente dal tuo matrimonio, ma con una professionista con un importante portfolio di clienti ed un bagaglio di esperienza senza eguali, che al tempo stesso deve riuscire a stabilire un legame intimo con la sposa, trasmettendo competenza e autorevolezza.

Vantaggi? Hai una vera agenzia al tuo servizio con un numero impressionante di matrimoni alle spalle. Consigli? Lascia fare a loro!

 

Servizi On Demand.

Una wedding planner full service infine, lavora spesso con sposi le cui richieste vanno oltre le più comuni aspettative.

E quindi si è attrezzata per rispondere alle richieste più esigenti. Saprà accontentarti anche se vorrai un sito web dedicato al tuo matrimonio, se vorrai una gestione in toto delle prenotazioni e dei transfers per gli ospiti che vengono da fuori città, e per loro si prenderà anche cura di organizzare attività ed escursioni per vivacizzare la loro permanenza prima e dopo il giorno del ricevimento.

 

 

Roberta Torresan Wedding Planner & Designer

 

 

READ MORE

Rock Couture!

Rock Couture!

Sabato 1 dicembre 2018 a Villa Fonte Nuova, il Giardino Fiorito delle Spose ha presentato la Rock Couture bridal collection di Elisabetta Polignano con una sfilata a dir poco spettacolare.

L’evento è stato un successo di pubblico e molto apprezzato dagli operatori del settore Wedding, che sono accorsi numerosi ed entusiasti.

Spose, Wedding Planners, professionisti del wedding da tutta Italia si sono dati appuntamento a Villa Fonte Nuova per assistere ad una sfilata, e si sono ritrovati all’interno di un vero e proprio evento come se ne vedono pochi.

Ovviamente tutta la curiosità era imperniata sugli abiti di Elisabetta Polignano, e l’attesa era tanta, da diversi giorni.

Dice la Stilista ” Come sempre gli eventi organizzati da Livia sono un successo ed è per me un piacere parteciparvi, l’entusiasmo e la gioia che Livia sa trasmettere alle persone che interagiscono con lei, rappresenta al meglio la filosofia della mia Maison.”

“Rock Couture designa la rottura rispetto a degli schemi prefigurati e troppo tradizionali dentro il quale spesso il matrimonio è racchiuso, la Sposa ha finalmente la possibilità di essere se stessa al passo coi tempi.”

Rock Couture!

Rock Couture!

Rock Couture!

Rock Couture!

 

Rock Couture

Rock Couture

Rock Couture!

 

Credits

Abiti: Elisabetta Polignano

Atelier: Il Giardino Fiorito delle Spose

Location: Villa Fonte Nuova

HairStylist and Make Up: Giorgia Bertoldi

Audio and Lights: Soundthings

Arredi: Latini Design

Catering: FbsBarcatering

Bridal Stylist – L’Amica della Sposa Tamara D’Andria

Floral Design: Donatella e Giuliano e Fiori ed Altro MGV – Flower Design

Foto e Video: Dario Graziani e Fulvio Greco Films

Sweets: Rose Cake

FireWorks: RDF Pyro

Gifts: Il Giardino Fiorito delle Spose e Scatolificio Venturi

Wedding Planner Roberta Torresan

READ MORE

7 Disastri da Evitare Durante l’Organizzazione del Matrimonio

7 Disastri da Evitare Durante l’Organizzazione del Matrimonio.

 

Se l’organizzazione del matrimonio ha iniziato a prendere il sopravvento sulla tua vita, non spaventarti perchè non sei la prima.

Per molte spose, prendere decisioni chiave per il matrimonio, capire cosa fa parte dell’elenco delle cose da fare e gestire il budget fino all’ultimo giorno, può diventare così difficile da essere una situazione ingestibile.

Probabilmente ti affiderai a parenti ed amici e chiederai aiuto a chiunque, ma ti assicuro che prima o poi i problemi ti assilleranno anche nel sonno.

E’ normale, perchè è la tua prima volta, e soprattutto, non è il tuo lavoro!

Per essere pronta a tutto, ho riassunto qui i 7 problemi più gravi che possono trasformare le tue nozze in un disastro, e come affrontarli durante l’organizzazione del matrimonio.

 

1. Spese fuori controllo

Anche se hai le migliori intenzioni di tenere d’occhio quanto stai spendendo, senza la costruzione di un vero ed accurato budget e senza verificarlo puntualmente e costantemente, spenderai sicuramente troppo rispetto alle tue più ottimistiche previsioni.

Se vuoi essere certa di avere il controllo sulle finanze del tuo matrimonio, imposta un budget in anticipo, calcola gli extra (siae, trasporti, noleggi, etc.) e lasciati un “fondo di emergenza” per le spese dell’ultimo minuto.

 

2. Troppe opinioni

Durante l’organizzazione del matrimonio sicuramente arriveranno suggerimenti e opinioni da ogni direzione su ciò che devi fare e non devi fare (hai presente le amiche che ti consigliano sulla location o i parenti che ti dicono chi deve essere incluso nella lista degli invitati?).

Parlane prima con il tuo fidanzato e prendi le decisioni chiave per il tuo matrimonio; poi fai una lista delle cose per le quali desideri farti aiutare o chiedere dei pareri. Poi per ogni argomento individua una persona alla quale chiedere espressamente aiuto. Ogni altro parere o intromissione andranno bloccate sul nascere.

 

3. Troppe distrazioni

Tra le tante cose importanti da pianificare, le decisioni da prendere, le spese da tenere sotto controllo è facile perdere l’attenzione sul motivo principale per cui ci si sta sposando.

Potresti farti distrarre da una infinità di cose che non c’entrano con il tuo matrimonio e che ti porteranno via tempo, energia e soldi. Alla fine potresti trovarti in difficoltà addirittura con l’organizzazione delle cose più basilari per il giorno delle tue nozze.

Circoscrivi le cose più determinanti per la riuscita delle nozze e determina le priorità.

 

4. Problemi con i fornitori

Lavorare con i fornitori può essere complicato. A volte potresti essere tu a chiedere qualcosa che non ti possono dare, altre volte potrebbero prometterti qualcosa che non sono in grado di garantirti.

Avere un contratto che documenta, in dettaglio, quale deve essere il rapporto tra di voi è fondamentale, ma non è così facile saperlo leggere ed interpretare, soprattutto in caso di contestazioni. Ma soprattutto, se non chiarisci fin dall’inizio le tue aspettative e i doveri del fornitore, potresti farti rovinare un giorno che non potrai mai più replicare.

 

5. Dimenticanze importanti

Potresti sentirti sicura di avere annotato tutto, e di non avere scordato nulla, eppure raramente sarà così. In ogni momento potrebbe sfuggirti qualcosa.

E soprattutto la lista di ciò che dovrai ricordare il giorno stesso delle tue nozze potrebbe allungarsi a dismisura.

E aggiungo: sicura di sapere cosa va inserito nella lista?

 

6. Troppe cose lasciate all’ultimo minuto

La settimana prima del tuo matrimonio dovrebbe essere una settimana di riposo e relax. Ma se stai lasciando una grossa parte della tua lista di cose da fare, proprio per gli ultimissimi giorni, sappi che non è una scelta azzeccata.

Gli ultimi giorni accumulerai una serie di incombenze impreviste e di contrattempi, e questo potrebbe portarti in crisi o causare rinunce, anche piuttosto importanti.

Pianifica il più possibile in anticipo. Fai finta che il tuo matrimonio sia una settimana prima della vera data, e alleggerisci al massimo la tua lista dell’ultimo minuto.

 

7. No Piano B

Ci sono cose del tuo matrimonio che puoi controllare e cose, ovviamente, che non puoi controllare affatto. Una di queste cose è il meteo.

Solo una cosa puoi fare. Durante i primi sopralluoghi, e prima di scegliere la location, verifica se questa garantisce un piano di backup in caso di maltempo, soprattutto se il ricevimento sarà all’aperto.

 

 

Roberta Torresan Wedding Planner & Designer

 

 

READ MORE

Matrimonio a Roma, la favola romantica di Ilaria e Arthur

Matrimonio a Roma, la favola romantica di Ilaria e Arthur

 

Si torna sempre dove si è stati bene…
Per questo Ilaria e Arthur hanno deciso di tornare a festeggiare il loro Matrimonio a Roma, città natale di lei, per coronare il loro sogno d’amore.

Lei, medico trasferitasi a Londra per lavoro, lui inglese doc, hanno scelto di celebrare le nozze nella basilica in cui si sposarono i genitori di lei e di rimettere in sesto un casale di famiglia per festeggiare il ricevimento con parenti e amici. Un lavoro tortuoso, ma che ha portato a risultati straordinari.

 

Nozze in un casale: la scelta di due sposi a Roma

Una volta scelta la location, c’era solo da mettersi all’opera.

La mamma della sposa si è subito messa in contatto con noi per valutare insieme la validità della struttura. Gli invitati, infatti, erano circa 200, e bisognava capire se il casale poteva contenerli tutti.

Una volta conosciuta la struttura, rimasi incantata. Fu amore a prima vista. Immaginavo già le decorazioni floreali, i giochi di colori, l’atmosfera e i sorrisi dei miei sposi.

Decidemmo di procedere insieme e di dare un nuovo look, una nuova vita, al casale di famiglia dove Ilaria aveva trascorso meravigliosi momenti di infanzia con i suoi nonni. Ogni occasione era una festa al casale. E perchè allora non ricreare quel clima magico anche per il suo matrimonio?

 

Sposarsi in un casale di famiglia a Roma

Dopo aver restaurato l’intera struttura, aiutati da una grande squadra composta soprattutto dai genitori della sposa, il risultato è stato strabiliante. Ogni elemento è stato curato nel dettaglio. Dai tendoni bianchi che delimitavano i tavoli, alle alzate decorate con tantissimi magnifici fiori colorati nei toni del rosa, bianco e lilla. Raffinatezza e semplicità anche per la mise en place con cambio di set up e scenografia per il pranzo e la cena.

 

Tantissimi fiori, quante candele e micro luci per la sera. Prima della cena, il casale si è trasformato in un luogo fantastico, avvolto da una splendida atmosfera, all’insegna del romanticismo. La serata si è poi conclusa con i giochi pirotecnici che hanno lasciato a bocca aperta grandi e piccoli.

Un matrimonio a Roma dove l’amore – come sempre – è il protagonista assoluto.

 



Credits:


Foto: Latitudine 41



Video: Roberto Marchionne

Luci: Claudio Berrettoni

Fiori: Rosella Antonelli

Bomboniere: Idea D’arte Bomboniere

Make up and hair sposa: Simone Amaro Make up artist and hair

Abito: Giardino delle Spose, firmato Elisabetta Polignano

READ MORE

Atelier Emé ti regala il Servizio Fotografico per il tuo Matrimonio

Atelier Emé ti regala il Servizio Fotografico per il tuo Matrimonio

Dal 1 Settembre al 15 Dicembre, entra in Atelier Emè e partecipa al Contest #DreamInEme

 

Come ogni nuova stagione che si rispetti, riprendono in autunno i preparativi per i matrimoni del prossimo anno; ed ogni sposa mette in agenda uno degli appuntamenti più importanti in vista del giorno delle sue nozze: la prova dell’abito.

E’ un evento che trascina con sè rituali, emozioni e aspettative; e per viverlo al meglio è decisivo pianificarlo per bene.

Atelier Emé ha pensato proprio a questo, e per rendere la prova dell’abito ancora più carica di aspettative, ha deciso di organizzare un contest davvero speciale per le spose che andranno a provare i loro abiti.

Infatti dal 1 settembre al 15 dicembre 2018,   potrai vincere un servizio fotografico per il tuo matrimonio, del valore di 1500euro, con i fotografi Alberto e Alessandra.

Cosa dovrai fare?

Alla tua prova dell’abito in uno dei punti vendita Atelier Eme in Italia, ricorda di scattarti una foto con la vestaglia Atelier Emé insieme alle tue damigelle, amiche o parenti.

Carica la foto sul tuo profilo Instagram allegando nella caption un breve testo in cui spiegherai perché proprio tu meriti di vincere il contest; inserisci anche gli hashtag #EmeBride, #LoveEme, #EmeWedding, #ConcorsoEme e ricordat di taggare @ateliereme e @mariavittoriapaolillo!

Prenota qui il tuo appuntamento in uno degli Atelier Emè in Italia.

Puoi partecipare dal 1 Settembre al 15 Dicembre 2018; per tutte le info scarica qui il Regolamento completo.

atelier emè

atelier emè

atelier emè

 

Roberta Torresan Wedding Planner & Designer

READ MORE

Gli Abiti da Sposa di Atelier Lascari. Intervista ad Annagemma.

Gli Abiti da Sposa di Atelier Lascari. Intervista ad Annagemma.

Le borchie sono il suo “marchio di fabbrica”.

Su abiti super leggeri, gonne, cinturini, cappelli.

Il suo stile è inconfondibile, originale, studiato, eclettico.

E’ lo stile di Annagemma Milano, direttore creativo di Atelier Lascari e della collezione ‘Annagemma Milano’.

Di origini siciliane, Annagemma ha collaborato con maison Ferrè, Dior, Valentino e Capucci e dal 1993 si dedica alla moda bridal e alla sperimentazione sartoriale nel suo studio stilistico dell’abito unico a Milano.

Haute Couture e creazioni di lusso tra gli abiti di Annagemma che hanno vestito donne di potere come Anna Wintour e Franca Sozzani.

Ed è proprio alla donna consapevole, quella che sa cosa che vuole e sa scegliere, che la collezione ‘Annagemma Milano’ si rivolge.

Non semplici abiti, ma concetti, “look”.

L’abito non va mai da solo, ma con una sofisticata collezione di accessori che lo rendono unico e impeccabile.

Abbiamo parlato con lei della sua ultima collezione.

 

atelier lascari

 

Annagemma, raccontaci della tua ultima collezione di abiti da sposa. Come si chiama? Quali sono gli elementi che la caratterizzano?

“La collezione si chiama Annagemma Milano. L’ho chiamata così perché è il mio nome e poi perché è stata creata e prodotta interamente a Milano. I tessuti sono italiani e il fatto che sia Made in Milan per me è fondamentale. E’ una collezione che distribuiamo negli atelier più importanti d’Italia e del mondo. Siamo al secondo anno e abbiamo già una liaison commerciale con delle bellissime realtà; realtà che guardano a collezioni contemporanee, come la mia”.

 

atelier lascari

 

Qual è la sposa che vesti?

“E’ una sposa internazionale, che ha viaggiato, che ama la tradizione ma fino a un certo punto. Una sposa che per il giorno del suo matrimonio vuole essere se stessa, non necessariamente in maniera trasgressiva ma sicuramente contemporanea. Il mio non è l’abito ‘bomboniera’, e neanche quello da principessa; vesto una donna consapevole, colta, in carriera, che sa scegliere da sola, anche l’abito per il suo matrimonio”.

 

atelier lascari

Dunque, una donna che sa cosa vuole?

“Assolutamente sì, non c’è espressione migliore”.

 

Qual è, allora, il messaggio che intendi mandare con questa nuova collezione?

“I messaggi sono diversi. Il nostro pay off della collezione dal 2016 è “unexpected bride”, quindi una sposa inaspettata, perché lei è libera di essere se stessa e di vestirsi come vuole. La collezione è nata per comunicare la libertà di scegliere in autonomia. Non è una semplice collezione di abiti, ma di look”.

 

atelier lascari

Cioè? I tuoi abiti raccontano una storia…

“Sì, raccontano una storia, hanno già uno styling al loro interno. L’intera collezione ha uno styling che segue l’abito. Quindi la boutique, quindi poi la sposa, può crearsi all’interno della collezione il suo look. E lo stesso termine look che ho portato dalla mia esperienza a Parigi, avendo diretto il rilancio della Maison Schiaparelli, a fianco di Christian Lacroix. Ho anche formato e diretto gli ateliers di Parigi e Milano nelle prime collezioni Schiaparelli, curando personalmente clienti e celebrities internazionali. E’ lì che ho toccato da vicino l’Alta Moda. La vera Alta Moda”.

 

Da lì la tua intenzione di realizzare non semplici abiti, ma veri e propri look, dei concetti.

“Sì. Look è già il primo termine che vuol dire un insieme di pezzi che formano un outfit, un’immagine. Io non vendo, non realizzo, non disegno il singolo abito. Ma Interi look, concetti. Nei negozi non venderò mai gli accessori separati dagli abiti. Un look personalizzabile. La sposa può crearselo modificando gli accessori. C’è un lavoro di moda e di styling, questa è la novità”.

 

Parlando di tessuti… Su cosa hai puntato?

“Io amo molto gli abiti leggeri. Sono quelli che mi contraddistinguono e che porto avanti sempre. Non stravolgo ogni anno la mia collezione, cambiando completamente tessuti e modelli. Riconfermo esattamente quello che penso: sono partita con linee leggerissime, ampie e scivolate, leggere al tatto e al movimento. Abiti che ti fanno sentire libera, felice. Ma non solo linee scivolate. Ho dato spazio anche a modelli più ampi: so costruire il volume nella leggerezza, non con dieci strati ma con due, tre sapientemente abbinati ma assolutamente leggeri. Tra i tessuti che utilizzo c’è il mikado, i pizzi francesi, il tulle. Ci sono i tessuti che creo io, per esempio il mio point d’esprit con le borchie. Probabilmente la mia collezione borchiata è stata la prima nella storia della moda bridal. Borchie che continuerò a riproporre anche quest’anno. Sono il mio marchio di fabbrica, il mio leitmotiv che mi porto sempre dietro”. 

 

Roberta Torresan Wedding Planner & Designer

 

READ MORE

Le più belle sfilate da Si Sposa Italia 2018

Le più belle sfilate da Si Sposa Italia 2018.

Di ritorno dalle giornate di Si Sposa Italia 2018, sono ancora nei miei occhi le splendide creazioni ammirate durante le sfilate di Milano.

Si sono alternati alcuni degli stilisti più apprezzati e ho avuto l’opportunità di parlarci a tu per tu e farmi raccontare come avevano immaginato le loro spose.

Elisabetta Polignano, Antonio Riva, BluMarien Sposa, Maison Signore, sono solo alcuni dei designer che trovate in questi video, ma ho voluto inserire anche una carrellata di nterviste raccolte da Sposi Magazine, per far parlare alcune delle wedding planners italiane più affermate, proprio per sentire dalla loro voce quali segnali e quali tendenze  avessero colto nelle sfilate di Si Sposa Italia 2018.

 

 

La Sfilata di Antonio Riva

 

La sfilata di Elisabetta Polignano

 

La Sfilata di BluMarine Sposa

 

La Sfilata di Maison Signore

 

L’opinione delle Wedding Planners italiane.

Abbiamo chiesto il punto di vista della Signora Livia Dell’Orefice, titolare dell’atelier romano “Il Giardino Fiorito delle Spose”:

“Si Sposa Italia 2018 anticipa tutte le fiere del settore ottenendo un enorme successo di pubblico e aziende,
una grandissima intuizione da parte degli organizzatori a mio avviso.
Come Buyer ho percepito una fiera molto frizzante e piena di energia, tantissime le proposte delle aziende, moltissime rispetto gli  anni passati, tutte di un buon livello.
E’ stata una fiera estremante godibile dal punto di vista delle collezioni, il made in Italy propositivo e potente come non lo vedevo da anni.
Ottima la presenza  di nuovi giovani stilisti che ci fa ben sperare nel futuro delle produzioni del Made in Italy.
Le sfilate sono state importanti, innovative e molto coinvolgenti.
Finalmente si sentiva un’aria positiva ed energica.
Torno da Milano carica come non mai, piena di nuove idee e proposte per il mio atelier, sono estremamente soddisfatta”

 

Roberta Torresan Wedding Planner & Designer

READ MORE